Emergenza Covid 19 – Spesa Sospesa

 

Ci troviamo tutti spiazzati, sospesi, avvolti nella concretizzazione di quel futuro distopico abbondantemente narrato dalla letteratura e dalla cinematografia.

E dobbiamo farci i conti subito. La natura non aspetta.

La scuola è on-line, si deve per forza aggiornare.  Con lei  il personale che non era ancora pronto, le famiglie, gli alunni, anche quelli che  non hanno adeguati strumenti per farlo.

Il lavoro diventa smart  per chi può permetterselo, per altri fortunati cassa integrazione, per altri ancora una lontana e precaria prospettiva, e poi ci sono quelli che non possono sottrarsi al loro ruolo, e che si recano al lavoro sovente senza i DPI necessari, rischiando il contagio.

Una moltitudine di difficoltà rischiano di diventare voci nel vuoto, inascoltate o affidate a servizi on-line che non funzionano o call center sempre occupati.

Lo Stato  e le sue diramazioni fanno i conti  con lo scafandro burocratico che rallenta e acceca  gli interventi necessari e con le politiche di privatizzazione della Sanità e le incompetenze che si manifestano nell’emergenza, peccato che a pagarne le conseguenze siano i cittadini.

Spero quindi che quest’ultimi si ricordino e che nel prossimo futuro siano pronti a farsi sentire quando verrano di nuovo rubati soldi pubblici, quando si brinderà ad un nuovo terremoto, si chiuderà un ospedale o vincerà un appalto un nuovo emergente ndranghetista.

Fortunatamente non tutto verte ad alimentare questo desolante  panorama, ed in effetti ciò che primariamente ci ha spinto a scrivere qualche considerazione è stata la volontà  di ringraziare tutti quelli che hanno dimostrato umanità e solidarietà partecipando alla moltitudine di iniziative nate nel nostro paese.

In particolare la rete che si è creata attorno al nostro quartiere, Valdocco, si è rivelata vera e attenta ai bisogni del territorio. Una solidarietà orizzontale. Attraverso la spesa sospesa, l’ass.Vicolo grosso in collaborazione con il Prinz Eugen (che si è reso disponibile a fungere da fulcro di raccolta e smistamento) e amici solidali, ha dato una mano alle realtà e alle famiglie che lo hanno richiesto. Da soli non avremmo potuto fare un granchè, invece i maestri e i professori delle nostre scuole, vicini, nonni, ballerine del  corso di Afro, e tanti altri hanno raccolto l’appello e attraverso concrete donazioni hanno partecipato e reso possibile quest’iniziativa che funziona da ormai 3 settimane ed ha dato sostegno ad oltre 80 nuclei. GRAZIE

Les dansefoli

Tutti i giovedi sera dalle 20 alle 21, secondo il calendario scolastico, l’Associazione Vicologrosso con la collaborazione di Tiziana D’Alessandro ospita la compagnia di danza africana con percussioni live Les Dansefoli.

Per info: Antonella 3287023177 oppure deamicis.vicologrosso@gmail.com

Vicolo Grosso n°3 Mappa di: Vicolo Grosso, 10152 Torino TO

Le dansefoli si divertono a realizzare qualcosa di strepitoso per voi. Buona danza e buona musica a tutti, al ritmo delle percussioni

Pubblicato da Vicolo Grosso su Venerdì 1 marzo 2019

Festa di fine anno 2018 Vicologrosso

 

Barattolino

Il BARATTOLINO di via Biella 6 – Torino, è un non-negozio ricavato all’interno della scuola primaria De Amicis di Torino ove è possibile collocare/sistemare vari oggetti (indumenti per bambini e adulti, oggetti di uso comune, accessori, etc…) destinati ad essere scambiati con altri senza l’uso della moneta.

Per ora siamo aperti, secondo il calendario scolastico, il lunedi e il giovedi dalle 16,30 alle 18,30.

Lo spazio che la scuola ci ha concesso è quella di un ex archivio che ci siamo occupate di ripulire e sistemare con le nostre “capacità” e le tinte recuperate dai colorifici di quartiere.

Un luogo dove è possibile entrare anche senza portafoglio, per scegliere ciò che serve e dare in cambio ciò che si ha di utile ma che non ci serve più.

Il BARATTOLINO è frutto della collaborazione tra famiglie e scuola, ed è stato incluso nel PTOF(Piano triennale dell’offerta formativa) proprio perchè ritenuto uno strumento utile per incrementare la collaborazione con le associazioni del territorio e con le famiglie.

Uno degli obiettivi del Barattolino è di sensibilizzare alla cooperazione e alla solidarietà, riconoscendo come risorsa le caratteristiche di ciascuno. Ci interessa anche creare un luogo di incontro/confronto, dove si possa conoscersi, aiutarsi, migliorarsi e capirsi,  rilanciando un quartiere che ha un grande potenziale e molte difficoltà. Scoprire un’esperienza di incontro e di socializzazione che sia  libera dal denaro facilitando così l’inclusione. Non in ultimo tentiamo di sensibilizzare al riciclo e al consumo consapevole.

opuscolo Barattolino 1                                  opuscolo Barattolino 2

spiegazione arabo-ing

festa in cortile 2018

manifesto cortile in festa

Per concludere l’anno scolastico e le nostre attività del 2017/18 niente di meglio che una festa collettiva che ha visto riuniti genitori, bambini, insegnanti, le famiglie dello Spazio Popolare Neruda e gli amici del quartiere Valdocco.

Il pomeriggio ha dato spazio al mercato- baratto tra i bambini, alla mostra di “facce da Neruda”, autoritratti in pasta sale, e ad una succulenta merenda a base di pane offerto da Panacea e marmellate della nonna.

 

Dalle 18,30 buffet aperto per goderci il concerto di Insieme afro Torino ed infine ammirare il saggio delle nostre ballerine afro, che è degenerato in una coreografia collettiva…..