Adottiamo il giardino

 

 

Nella giornata di oggi, 17 maggio 2021, alcune famiglie dei bambini della classe 1C, famiglie africane, arabe, peruviane, egiziane, italiane, hanno iniziato a “prendersi cura” di una porzione del giardino pubblico di fronte all’entrata principale della scuola in Via Masserano.

Seguiranno altre iniziative che speriamo di poter continuare anche il prossimo anno scolastico.
La situazione del giardino pubblico è attualmente critica a causa del degrado notturno e della mancanza di pulizia oltre a problemi con i fruitori del giardino come “area cani”.
Il paradosso però è che quel giardino, ad oggi, è l’unico spazio all’aperto che la scuola può utilizzare a causa della inagibilità – temporanea speriamo – del cortile interno.
L’unico spazio, insieme alla strada, che i bambini della Scuola De Amicis utilizzano ad oggi come “area ricreativa esterna”.
La nostra proposta che intendiamo rivolgere alla Scuola è quella di “adottare” l’area pubblica di Via Masserano come una spazio intra-extra-scolastico, coinvolgendo gli studenti e le famiglie ad utilizzarlo con cura, migliorandolo, piantando dei fiori, curando le aiuole, e supportare successivamente la scuola ad attivarsi con il Comune di torino per recuperare e rigenerare la pavimentazione dei giochi parzialmente inutilizzabile .
“Adottando” il giardino, si potrebbe arrivare a pensare ad una chiusura notturna del giardino, ad esempio e ad un utilizzo sempre più “intra-extra-scolastico” in funzione alle famiglie della scuola, agli studenti e ai residenti durante il giorno.
In poco tempo l’area gioco (cani) di Via Masserano diventerebbe il Giardino di Via Masserano, uno spazio che la scuola può “restituire” alla comunità.
Attendiamo fiduciosi il Vostro parere.
Abbiamo molte altre proposte da farVi a partire dal quartiere e dalla mobilità cittadina e come la scuola possa diventare un volano per la promozione di una “mobilità di vicinanza”. Questo potrebbe già iniziare semplicemente con la richiesta da parte della Scuola al Comune di Torino – Ufficio Mobilità – di una serie di “rastrelliere per le biciclette” di fronte all’entrata di Via Masserano.
Ecco che il Giardino di Via Masserano, le biciclette, la Piazza della Scuola, il Toret per bere,e poi… il Vicolo Grosso e il Cortile Pubblico della Scuola quando riaprirà, tutti insieme contribuiscono alla creazione di uno spazio pubblico positivo e inclusivo per il quartiere, gli studenti, le famiglie e gli insegnanti.
giardini via Biella angolo via Masserano

Barattolino

Il BARATTOLINO di via Biella 6 – Torino, è un non-negozio ricavato all’interno della scuola primaria De Amicis di Torino ove è possibile collocare/sistemare vari oggetti (indumenti per bambini e adulti, oggetti di uso comune, accessori, etc…) destinati ad essere scambiati con altri senza l’uso della moneta.

Per ora siamo aperti, secondo il calendario scolastico, il lunedi e il giovedi dalle 16,30 alle 18,30.

Lo spazio che la scuola ci ha concesso è quella di un ex archivio che ci siamo occupate di ripulire e sistemare con le nostre “capacità” e le tinte recuperate dai colorifici di quartiere.

Un luogo dove è possibile entrare anche senza portafoglio, per scegliere ciò che serve e dare in cambio ciò che si ha di utile ma che non ci serve più.

Il BARATTOLINO è frutto della collaborazione tra famiglie e scuola, ed è stato incluso nel PTOF(Piano triennale dell’offerta formativa) proprio perchè ritenuto uno strumento utile per incrementare la collaborazione con le associazioni del territorio e con le famiglie.

Uno degli obiettivi del Barattolino è di sensibilizzare alla cooperazione e alla solidarietà, riconoscendo come risorsa le caratteristiche di ciascuno. Ci interessa anche creare un luogo di incontro/confronto, dove si possa conoscersi, aiutarsi, migliorarsi e capirsi,  rilanciando un quartiere che ha un grande potenziale e molte difficoltà. Scoprire un’esperienza di incontro e di socializzazione che sia  libera dal denaro facilitando così l’inclusione. Non in ultimo tentiamo di sensibilizzare al riciclo e al consumo consapevole.

opuscolo Barattolino 1                                  opuscolo Barattolino 2

spiegazione arabo-ing

festa in cortile 2018

manifesto cortile in festa

Per concludere l’anno scolastico e le nostre attività del 2017/18 niente di meglio che una festa collettiva che ha visto riuniti genitori, bambini, insegnanti, le famiglie dello Spazio Popolare Neruda e gli amici del quartiere Valdocco.

Il pomeriggio ha dato spazio al mercato- baratto tra i bambini, alla mostra di “facce da Neruda”, autoritratti in pasta sale, e ad una succulenta merenda a base di pane offerto da Panacea e marmellate della nonna.

 

Dalle 18,30 buffet aperto per goderci il concerto di Insieme afro Torino ed infine ammirare il saggio delle nostre ballerine afro, che è degenerato in una coreografia collettiva…..